DAVIDOFF

a cura della Redazione di Stilemaschile

[no_social_share]

«Time Beautifully Filled»
Il tempo inteso come piacere. Ore, minuti, secondi sono solo unità di misura. Sta a noi creare contenuti e sostanza. Un sigaro Davidoff trasforma il tempo in momenti pieni di bellezza, di gusto e di compimento.
In ogni sigaro Davidoff ritroviamo accuratezza e passione, sapienza della tradizione e innovazione. Il momento di tagliare il sigaro, di accenderlo, di iniziare a tirare e di gustarlo dovrebbe essere caratterizzato da una piena consapevolezza. Ogni singolo sigaro crea un’esperienza individuale:una conversazione profonda, pensieri chiarificatori o il riconoscimento del successo – e con esse un chiaro valore aggiunto. Perché il vero lusso, in fondo, è il tempo.

 

 

davidoff partner stilemaschile2

 

Ieri e oggi, con l’ambizione inarrestabile di creare i sigari migliori in assoluto, Davidoff dedica tempo prezioso al tabacco – dalla coltivazione, essiccazione, maturazione e miscelatura fino al piacere.
Zino Davidoff sapeva apprezzare il valore del tempo. Il tempo necessario per creare un sigaro fuori dal comune. E altrettanto importante è il tempo necessario per godere del piacere di un sigaro. La sua soddisfazione in questo contesto è stato il punto di partenza del marchio mondiale Davidoff, un marchio che unisce persone in tutto il mondo. Un marchio che colma i momenti indimenticabili della vita con gioia e piacere per ciò che è nobile e bello – «Time Beautifully Filled».

Dal seme di tabacco al sigaro Davidoff
La realizzazione di un sigaro Davidoff arrotolato a mano, composto per il 100% da tabacchi di qualità, richiede innumerevoli fasi di lavorazione. Davidoff garantisce un controllo completo di ogni singola fase: dalla coltivazione delle piante di tabacco, alla raccolta, alla fermentazione, alla stagionatura, alla manifattura e infine alla commercializzazione. Come nel caso delle uve di un nobile vino bordeaux, i sigari Davidoff sono ottenuti miscelando insieme tabacchi di diverse regioni, di diverse varietà e di diverse annate.

I terreni
Come per il vino, anche nella coltivazione del tabacco sono determinanti le caratteristiche e la posizione del terreno. Le zone migliori per la coltivazione del tabacco si trovano nella Repubblica Dominicana, in particolare nella regione di Santiago de los Caballeros, nella fertile valle del Cibao che si estende tra la Cordigliera Settentrionale e la Cordigliera Centrale, a nord-ovest dell’isola. La Valle de Cibao, lunga 105 km e larga da 10 a 30 km, è caratterizzata da una vegetazione rigogliosa, da terreni fertili e da un clima ottimale per la coltivazione del tabacco. Le piantagioni di tabacco vengono lì coltivate sin dal XVI secolo. I tabacchi per sigari Davidoff crescono nelle migliori zone selezionate dagli esperti, caratterizzate da terreni speciali, leggermente sabbiosi e con un microclima particolare. Le aree di coltivazione hanno i nomi suggestivi di Jicomé, Navarrete, Villa Gonzalez, Jacagua e La Canela.
Le speciali foglie per la fascia esterna, impiegate per la prima volta per la linea Davidoff «Puro d’Oro» lanciata in 2010, crescono invece nella valle Yamasá, nella zona sud dell’isola. Il terreno dei campi di tabacco di Yamasá ha un basso pH, che contribuisce a conferire un retrogusto prolungato. Questo terreno rosso ospita elevate concentrazioni di minerali, che determinano una netta differenza nel gusto. Anche il clima in questa valle è perfetto: l’umidità relativa è più alta e rimane stabile sia di giorno sia di notte, favorendo così la maturazione del tabacco. Inoltre la frequente nuvolosità protegge dai raggi solari troppo intensi e favorisce una crescita senza stress delle piante.

 

davidoff partner stilemaschile3

 

L’arte della miscelazione
I sigari Davidoff sono costituiti da una miscela bilanciata di tabacchi selezionati. Gli specialisti di tabacco, i cosiddetti tabaqueros, hanno una formula speciale per ogni serie di sigari Davidoff che adattano armoniosamente al relativo formato. Ogni sigaro acquisisce così un suo carattere inconfondibile che lo fa distinguere non solo per lunghezza e calibro. La miscelazione avviene combinando opportunamente tra loro il tipo di foglia, la zona di coltivazione, la varietà di tabacco e l’anno di raccolta. Importante è anche la scelta delle migliori foglie per la fascia esterna che Davidoff controlla rigorosamente in base a tessuto e colore e sottopone a fermentazione speciale. L’abile arte della miscelazione, che richiede un’ottima formazione e soprattutto molta esperienza, garantisce la qualità elevata e costante dell’aroma, del sapore e della combustione.

 

Hecho a mano
I sigari Davidoff sono prodotti a mano dai migliori e più esperti arrotolatori, i torcedores, nella manifattura Davidoff presso Villa Gonzalez. L’operazione consiste nell’arrotolare la miscela di foglie da ripieno nella sottofascia creando la cosiddetta pupa. La pupa viene posta in uno stampo (moldes, in spagnolo), diverso a seconda del formato, che le dà forma attraverso una pressa a mano. Le fasce esterne, scelte e tagliate a regola d’arte, vengono avvolte con la giusta pressione attorno al ripieno e alla sottofascia. Questa operazione richiede notevole accuratezza per poter garantire al fumatore un tiraggio uniforme. Infine, la testa del sigaro viene sagomata con arte usando lo stesso pezzo di fascia esterna, e il sigaro viene tagliato nella lunghezza desiderata. Chi ha assistito una
volta alla nascita di un sigaro nelle mani di un torcedor sa quanto questa arte sia difficile da padroneggiare.

 

Davidoff

 

 

Controllo qualità costante
Il processo di fabbricazione di un sigaro è accompagnato da rigorosi controlli di qualità. I mastri arrotolatori e i loro team incaricati al controllo qualità controllano i sigari verificandone la forma, la finitura della testa, il peso e l’aspetto della fascia esterna. Prima dell’imballaggio si procede alla selezione in base alla colorazione, un’ulteriore fase del sistema di controllo, poi all’applicazione della fascetta e quindi alla cellofanatura. I sigari vengono spediti con trasporto aereo nei centri di distribuzione di Basilea (Svizzera), Weil am Rhein (Germania) e Stamford (USA). In questi stabilimenti avviene il controllo di qualità finale, dopodichè i sigari vengono confezionati in scatole o astucci e provvisti del sigillo di qualità numerato.

Questo sigillo consente di ricostruire esattamente il percorso del sigaro garantendone una qualità impeccabile una volta giunto nell’humidor dei concessionari Davidoff. Lungo tutto il processo si fa anche la massima attenzione a non interrompere il ciclo climatico. I sigari vengono conservati e trasportati a una temperatura compresa tra i 18 e i 20 °C e a un’umidità relativa del 70-75%. L’elevato livello qualitativo dei sigari Davidoff è garantito da misure complete e costantemente ottimizzate, volte ad assicurare la migliore qualità.
Il tabacco veniva coltivato già ben prima del 1492 dalle popolazioni indigene dell’America, specialmente nell’area caraibica. Tramite Cristoforo Colombo, partendo dall’odierna Repubblica Dominicana la pianta iniziò il suo viaggio attorno al mondo. Oggi le varietà di tabacco coltivate specificamente in particolari zone e per determinati scopi d’impiego sono ormai numerose. La pianta del tabacco, come anche la vite, fa parte delle piante di più lunga tradizione coltivate per dare piacere.

ZINO DAVIDOFF

Il motto di Zino Davidoff «Fumate di meno, ma meglio e più a lungo – fatene un culto, una filosofia!» non era nato per caso. Il tema «tabacco», più precisamente quello del tabacco pregiato, l’aveva infatti accompagnato fin dalla tenera infanzia. Già il padre Henri, e con lui l’intera famiglia, erano veri «Harmandgis», ovvero specialisti nella scelta, nel taglio e nella miscelatura di nobili tabacchi orientali
Zino Davidoff, nato il 11 marzo 1906 a Kiev, dovette lasciare la patria assieme ai propri familiari nel 1911 quand’era ancora bambino di 5 anni. Dopo un travagliato viaggio durato oltre tre mesi, la famiglia Davidoff giunse a Ginevra, dove il padre aprì nello stesso anno una tabaccheria nel Boulevard des Philosphes. Ironia della sorte: uno dei primi clienti fu un certo Vladimir Iljitsch Ul’janov, meglio noto con il nome di Lenin…
Henri insegnò prestissimo a suo figlio a produrre miscele di tabacchi per sigarette e pipe. Nel 1925, terminate le scuole, il giovane Zino decise di recarsi in Sudamerica e nell’America Centrale. Le tappe principali furono l’Argentina, il Brasile e naturalmente Cuba. Nel corso di cinque anni approfondì le sue conoscenze in materia di tabacco, studiando sia l’arte della coltivazione, dell’essiccazione e della fermentazione, sia quella della miscelazione e della degustazione.
Al suo rientro in Svizzera nel 1930, aprì nel negozio paterno di Ginevra un reparto speciale per sigari, inclusa una cantina per la conservazione a regola d’arte dei sigari. Si trattava di un’anteprima a livello europeo.
Tale novità, nonché le approfondite conoscenze in materia, contribuirono indubbiamente a diffondere la fama del nome Davidoff al di là dei confini svizzeri, dapprima in Francia, poi nel resto dell’Europa e infine in tutto il mondo.
«Gustare un buon sigaro», affermava Zino Davidoff «è un gesto intrinsecamente legato al “savoir-vivre”». Da «bon vivant» votato al piacere e uomo d’affari di successo, creò nel 1946 la sua famosa linea di sigari «Château», ispirata ad alcuni dei più ricercati «Grands Crus» del Bordeaux.
Nel 1970, Zino Davidoff concluse con il suo amico di vecchia data Dr. Ernst Schneider una partnership che segnò l’inizio del successo di Davidoff come marchio mondiale. Il Dr. Ernst Schneider, che condivideva la filosofia imprenditoriale e anche la filosofia di vita dell’amico Zino, sviluppò un concetto di marketing internazionale. Per realizzarlo, mise a disposizione come centro organizzativo il gruppo Oettinger di Basilea (un’azienda familiare fondata nel 1875), cui fa capo dal 1961.
Nel 1991, Zino Davidoff e il Dr. Ernst Schneider hanno creato la «nuova generazione di sigari Davidoff», lanciandola su scala mondiale. I sigari, composti di una scelta dei più pregiati tabacchi dominicani, hanno ben presto conquistato gli estimatori e la «nuova generazione di aficionado». Sono lavorati al 100% a mano da specialisti dominicani che aderiscono pienamente alla «philosophy of excellence» di Zino Davidoff e che hanno fatto della loro abilità una vera e propria arte.
Oggi più che mai, la marca DAVIDOFF è sinonimo di qualità eccellente, di lusso accessibile nei vari ambiti di vita. Ancora oggi, l’anima dell’impresa è rappresentata dalle più nobili creazioni di tabacco da tutto il mondo. In tutto rispetto della filosofia del piacere propagata da Zino Davidoff:

 

«MANGIATE DI MENO, MA MANGIATE IL MEGLIO»
«BEVETE DI MENO, MA BEVETE IL MEGLIO»
«FUMATE DI MENO, MA FUMATE DAVIDOFF»

Maggiori info sul sito internazionale ufficiale: davidoff.com