Lo stile della natura


Albertus Seba era un farmacista olandese (Etzel, 12 maggio 1665 – Amsterdam, 2 maggio 1736). Curioso più che colto, tassonomico più che creativo. Spinto da una determinazione e una passione fuori dal comune, decise di voler avere il mondo nelle sue mani e ci riuscì. Almeno in parte. Quella parte di mondo che a lui interessava la possiamo ammirare anche noi, nei suoi libri.
Ma come fece Seba a riuscire nel suo  intento, a ridurre l’incommensurabile ricchezza del globo che ci sostiene (in tutti i sensi) ad un sapere insolito ma così solido e concreto?

Seba chiese ai marinai e ai medici di bordo (siamo nel pieno dell’Impero Coloniale Olandese, è bene ricordarlo, e il mondo pareva così grande e misterioso ma, per la prima volta, così raggiungibile…) di portare piante esotiche e prodotti di origine animale che avrebbe potuto usare per la preparazione delle sue medicine. Iniziò inoltre a collezionare serpenti, uccelli, insetti, conchiglie e lucertole nella propria abitazione.

Questa collezione (che attirò l’attenzione e influenzò il grande botanico svedese Carlo Linneo), era unica nel suo genere, tanto che fu acquistata da Pietro il Grande che la donò all’Accademia russa delle Scienza a San Pietroburgo, da lui stesso fondata.

Nel 1734 Seba pubblicò un thesaurus degli esemplari animali con incisioni molto accurate. Il nome intero del tomo è, con doppio titolo in latino e olandese, Locupletissimi rerum naturalium thesauri accurata descriptio — Naaukeurige beschryving van het schatryke kabinet der voornaamste seldzaamheden der natuur (Descrizione accurata del ricchissimo dizionario dei principali e più rari oggetti della natura). Gli ultimi due dei quattro volumi furono pubblicati dopo la sua morte (1759 e 1765).

Il lavoro di Seba ha costituito l’ispirazione per la nuova collezione autunno/inverno 2018/2019 di Vitale Barberis Canonico, presentata durante Milano Unica XXV edizione (Rho Fiera dall’11 al 13 luglio 2017) .

Lasciamo che siano gli amici di VBC a raccontarci questa scelta (che mostra ancora una volta la voglia di dare al tessuto un valore e una dignità che ne contempli ogni aspetto, da quello ambientale al tecnologico, da quello pratico al lato meramente creativo, che qui viene fortemente evidenziato).

“La nostra nuova collezione (con le tre linee Classica, Vintage ed Earth, Wind & Fire) prende spunto dal lavoro entusiasmante e appassionato e creativo del farmacista olandese. Raccolto in “Cabinet of Natural Curiosities”, il libro di storia naturale del XVIII secolo ispirato dalla collezione di mirabilia del farmacista olandese Albertus Seba. Il volume raccoglie le illustrazioni della sua intera collezione di animali, piante e insetti da tutto il mondo: dalle piante esotiche a serpenti, rane e coccodrilli, dalle conchiglie ai coralli, dagli uccelli alle farfalle, fino a includere creature oggi estinte.


Dai colori, dalla luce e dalla raffinatezza delle immagini, i disegnatori di Vitale Barberis Canonico hanno tratto ispirazione per disegnare i tessuti del prossimo Autunno/Inverno.
Nascono così abbinamenti curiosi e divertenti fra le performance di ogni tessuto e le caratteristiche di ogni creatura. In un gioco dove la creatività tessile incontra e interpreta l’ingegno di Seba.
Nella linea classica, il tessuto Montecarlo creato nella speciale lana 21 micron, ricorda la versatilità e l’ecletticità del camaleonte. Un tessuto tipicamente da giacca ma che può essere interpretato anche in abiti inusuali, con delle performance e caratteristiche uniche date dalla lana ordinaria 21 micron.


Nella linea Vintage, abbiamo l’articolo 237, il cappotto armaturato in pura lana, dove l’armatura regala dimensione e profondità al tessuto. Con i suoi 500 grammi al metro si presenta come un tessuto solido e protettivo, come la morbida e resistente corazza propria dell’Armadillo.


Come la rana sa adattarsi alla terra e all’acqua così nell’articolo Megève MEC-125 (70% lana, 16% seta, 14% poliuretano, peso 400 grammi) un tessuto da giacca con aspetto stuoia fiammata in lana e seta incontra una membrana colorata diventando waterproof, windstopper e breathable. Un tessuto invernale adatto alla confezione di trench e cappotti upper casual.


Vitale Barberis Canonico per l’Autunno/Inverno 2018 -2019 ha realizzato in tutto 2.874 varianti totali.”

Alfredo de Giglio
alfredo de giglio
direttore@stilemaschile.it

20 anni di esperienza nella comunicazione, nel giornalismo e nel marketing. È stato capo Ufficio Stampa di multinazionali come Hilton International e Avis Autonoleggio; ha creato e sviluppato progetti di comunicazione per BAT, Manifatture Sigaro Toscano, Corpo Forestale dello Stato e molte altre aziende. In campo giornalistico, è stato Direttore Responsabile di alcuni magazine. Autore di numerosi articoli per testate nazionali su argomenti quali lifestyle, travel, cinema. Nel 2010 fonda Stilemaschile per dare a tutti gli uomini eleganti qualcosa da leggere, finalmente...

No Comments

Post a Comment